.
Annunci online

Riks Il pensiero debole di uno qualunque
Sproporzione di uomini e mezzi
post pubblicato in libere voci, il 8 gennaio 2010
Un paio di numeri, tanto per cambiare.
Parliamo della tanto sbandierata "guerra alle mafie" che il governo Berlusconi ha lanciato in grande stile (in concomitanza del riemergere di fondatissimi sospetti di collusione mafiosa del suddetto negli anni "rampanti" della sua ascesa nell'olimpo dei palazzinari prima e dell'informazione poi).
Per esempio cito il nuovo piano anti-'ndrangheta della premiata ditta Maroni-Alfano di ieri, in risposta agli attacchi alla Magistratura di Reggio. Si potenzieranno le strutture investigative con l'invio di 121 (121 !!!) nuovi agenti e 6 nuovi magistrati in Procura.
Molto bene.
Ora diamo uno sguardo all'altro fronte, quello malavitoso.
Oggi la 'ndrangheta è considerata la più forte e pericolosa organizzazione criminale in Italia con una diffusione della presenza anche all'estero.
Secondo le forze dell'ordine, in Calabria sono attualmente operanti circa 155 clan locali (definiti cosche o 'ndrine) che affiliano circa 6.000 persone dedite ad attività criminali, legate spesso (quasi sempre) tra loro da vincoli familiari (grazie Wikipedia, come faremmo senza di te ...).
Secondo il rapporto Eurispes 2008 la 'ndrangheta ha un giro d'affari di 44 miliardi di euro annui. E qui emerge la bufala riguardo agli "ingenti beni" sequestrati. Si parla di decine, forse centinaia di milioni di Euro ... contro un fatturato annuo di 44 miliardi!
E allora lo sforzo dello Stato per reprimere la criminalità organizzata VI SEMBRA PROPORZIONATO AL PROBLEMA oppure il solito spot pubblicitario?




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 'ndrangheta

permalink | inviato da riks66 il 8/1/2010 alle 15:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        febbraio