.
Annunci online

Riks Il pensiero debole di uno qualunque
Quale verità sui veleni della mafia ?
post pubblicato in diario, il 13 ottobre 2009
13/09/09 : CETRARO (Cosenza) - È il relitto di una nave l' ombra comparsa improvvisamente dai fondali del mare di Cetraro, a 14 miglia dalla costa. Se si tratta, però, della nave dei veleni è ancora presto per dirlo. Attraverso le foto realizzate dal robot sottomarino calato a 480 metri di profondità, è stato possibile osservare che a prua la nave presenta un grosso squarcio, forse provocato da una bomba, da dove fuoriescono due fusti schiacciati.

http://archiviostorico.corriere.it/2009/settembre/13/relitto_che_svela_mafia_dei_co_9_090913017.shtml


12/10/09 : (ANSA) - CETRARO (COSENZA) - Un centinaio di pescatori hanno occupato per protesta, la stazione ferroviaria di Cetraro (Cosenza). L'iniziativa e' stata decisa per il crollo che nella fascia costiera sta subendo la vendita del pesce, dopo il ritrovamento in mare di un relitto nella cui stiva sarebbero contenuti rifiuti tossici.
I pescatori annunciano che l'occupazione andra' avanti fino a quando non sara' fissato un incontro al Ministero.
Le Fs hanno attivato un servizio sostitutivo.

Il problema non è certo quello di attivare un servizio sostitutivo per la ferrovia interrotta.

La Calabria vive di turismo, di pesca, oltra che di 'Ndrangheta. Vorrei sapere cosa sta facendo quel fulmine di guerra del Ministro per l'ambiente On. Prestigiacomo. Silenzio totale su quello che è avvenuto per anni attorno alle coste italiane. Omertà si potrebbe dire. Peccato che diversi quotidiani esteri (probabilmente peccando di "anti-italianità" o imbeccati da qualche nemico dell'Italia ...) abbiano ripreso la notizia, con evidenti conseguenze sulla già logora immagine del Bel Paese, da anni oramai non considerato più il "giardino d'Europa".

Evidentemente la "politica del fare" del governo si sviluppa solamente sui filoni che interessano. Bonifiche ambientali, messa in sicurezza delle piccole comunità montane, applicazione delle normative antisismiche, lotta all'abusivismo selvaggio, ricerca dei responsabili dei disastri ecologici ... sono cose che hanno una bassa priorità se messe in confronto con l'Expo 2015 o con il ponte sullo stretto (lì si che si "guadagna" bene ...).

Complimenti alla statura politica del ministro Prestigiacomo ed alla sua prontezza di intervento. Non so se ci spiegherà mai come ha intenzione di affrontare questo nuova "emergenza". Tra l'altro da decenni la gente muore grazie alla consuetudine dei vari governi di voltarsi dall'altra parte quando la mafia "smaltisce" i rifiuti industriali delle operose aziende del Nord.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ambiente

permalink | inviato da riks66 il 13/10/2009 alle 10:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre        novembre