.
Annunci online

Riks Il pensiero debole di uno qualunque
Non è questione di funerali
post pubblicato in nazione corsara, il 31 maggio 2011


Mr.B prova a sdrammatizzare. "Non ho tempo per il mio funerale" dice, troppo impegnato e troppo combattente per mollare adesso.
A parte il fatto che il nostro funerale è l'unica cosa che non siamo in grado di pianificare (parlo di noi mortali naturamente), qui non si tratta di giocare a braccio di ferro. Qui c'è in ballo l'Italia.
Confindustria da mesi lancia segnali di fumo : "Il Paese è immobile". Dal 2008 l'industria in Italia ha perso 27 punti percentuali di fatturato. Ne abbiamo recuperati a malapena 12. Nello stesso periodo la Germania ha annullato del tutto le perdite della crisi ed ora è pronta a ripartire. Oddio, certo, la crecita del fatturato non è di per sè stessa indice di benessere in un Paese. E' vero, però il calo di produzione si trasforma in licenziamenti, cassa integrazione, impossibilità di ingresso nel mondo del lavoro, precariato, stagnazione economica e morale. E' ancora purtroppo vera l'equazione no crescita = no lavoro = no futuro, fino a prova contraria. Tutte cose tremedamente attuali da noi, siamo un Paese endemicamente poco incline al dinamismo economico, da anni del tutto ripiegato su inutili questioni da bottega.
E quindi il passo indietro di questo pessimo presidente del Consiglio sarebbe un atto di responsabilità, probabilmente il primo della sua vita. Ed è proprio per questo che non lo farà, anteporrà per l'ennesima volta i suoi interessi personali a quelli di noi tutti.
"Non ho tempo per il mio funerale". Anche noi siamo abbastanza occupati, però se vuoi, e se ci avvisi con un pò di anticipo, ci possiamo liberare ...

"Io non mi sento italiano ... però da oggi ci posso provare"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi crisi funerale

permalink | inviato da riks66 il 31/5/2011 alle 13:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Nobel italiano
post pubblicato in diario, il 24 settembre 2009
Lo so che mi ripeto ed le mie argomentazioni sono pressochè monotematiche.
Confesso che l'avevo già sentito, ma pensavo ad una burla. Oggi la notizia è sui giornali.
E' attivo un comitato per la raccolta di firme per proporre Silvio Berlusconi come candidato italiano al premio Nobel per la Pace 2010.
Non so cosa dire, sono senza parole.
Mi sono documentato, cito alcuni premi Nobel per la Pace conferiti a persone o associazioni (grazie, come sempre, Wikipedia).


1964 - Martin Luther King

1978 - Menachem Begin (Israele) e Mohamed Anwar El Sadat (Egitto)

1983 - Lech Walesa (Polonia)

1989 - Tenzin Gyatso XIV Dalai Lama capo del Governo tibetano in esilio

1993 - Frederik Willem de Klerk e Nelson Mandela (Sudafrica)

1994 - Yasser Arafat (Palestina), Shimon Peres e Yitzhak Rabin (Israele)

2007 - Al Gore (Stati Uniti) e Rajendra Pachauri, India


e poi ...


Jean Henri Dunant, fondatore della Croce Rossa, nel 1901

Amnesty International, 1977

Medici Senza Frontiere, 1999

Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia, 1965

Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, 1954 e 1981

Ipcc (Comitato Intergovernativo per i Mutamenti Climatici del'ONU), 2007


E nel 2010 SILVIO BERLUSCONI ????????


Il sito del comitato è :


http://silvioperilnobel.sitonline.it/


Ah dimenticavo, c'è anche la canzoncina
Auguri



"Un uomo che ha saputo coniugare, con la sua vita, le sue opere ed azioni, il pensiero liberale di Milton Friedman, l´umanesimo economico di Wilhelm Röepke, l´aspirazione di Muhammad Yunus a creare un sistema capitalista inclusivo e non esclusivo".



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nobel Berlusconi

permalink | inviato da riks66 il 24/9/2009 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
San Silvio
post pubblicato in diario, il 22 luglio 2009


Adesso che tutto il mondo ha potuto ascoltare ci viene a dire che non è un santo ... non più di tre settimane fa negava qualsiasi cosa, qualche mese fa spergiurava sui suoi figli ... ma come si fa a credere ancora ai suoi sproloqui ?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi santo

permalink | inviato da riks66 il 22/7/2009 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Una questione privata
post pubblicato in diario, il 21 luglio 2009
Il bello è che molti considerano tutto quello che circonda il Capo del Governo come semplici questioni di un privato cittadino che deve poter condurre la sua vita senza intrusioni da parte dei giornalisti assetati di scoop.
Col cavolo.
Il signore in questione ha fatto proprio dei suoi interessi privati la motivazione assoluta del suo impegno pubblico, non ci dimentichiamo che stiamo parlando di un ex piduista, un imprenditore che ha avuto stretti legami con la mafia siciliana (innegabile il fatto che un esponente di Cosa Nostra è stato a lungo suo dipendente), un personaggio che controlla direttamente ed indirettamente 6 delle 7 reti nazionali, che possiede grandi case editrici, uno che ha liquidato i suoi debiti con la giustizia semplicemente facendo promulgare alla sua maggiornaza una legge che gli conferisce l'immunità, uno che alla commissione Giustizia della camera ha piazzato due dei suoi avvocati difensori, uno che discute di importanti questioni politiche internazionali con vari Capi di Governo nelle sue residenze private, le quali, essendo obiettivi sensibli del terrorismo islamico, vengono costantemente pattugliate da Polizia e Carabinieri a spese del cittadino. Potrei contiuare ....
A questo punto esiste un confine tra privato e pubblico per Berlusconi, qualcuno lo sa?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi questione privata

permalink | inviato da riks66 il 21/7/2009 alle 17:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Il musoleo del Faraone Berlusconi I
post pubblicato in diario, il 21 luglio 2009
Ieri ho visto su YouTube un filmato impressionante sul mausoleo che il nostro amato attuale Presidente del Consiglio ha fatto costruire negli anni '80 nel giardino della sua villa di Arcore.
La cosa davvero sconvolgente non è la sua comprensibile volontà di edificare una dignitosa dimora per le sue spoglie mortali, ma il fatto che, in posizione subordinata a quello che sarà il Suo sarcofago, siano previsti un numero notevole di loculi, annessi, per così dire, alla "residenza" principale.
Volete sapere a chi sono stati assegnati i primi, e probabilmente più ambiti posti?
Cesare Previti
Marcello Dell'Utri
Fedele Confalonieri
Emilio Fede
... ed altri fortunati di cui non è dato sapere ...
A parte la struttura architettonica macabra (un ipogeo corredato da figure esoteriche e massoniche che ricorda la tomba di un Faraone Egizio), l'assenza totale di simboli religiosi, ed il fatto che non so quali permessi abbia ottenuto dal Comune di Arcore per poter seppellire gente nel suo giardino, questo luogo mi ricorda un brutto posto che si trova in Spagna, alle porte di Madrid : si chiama "Valle de los Caídos"
ed è un mausoleo scavato nella roccia della Sierra di Guadarrama, fatto costruire da Franco per sè stesso e molte migliaia di falangisti a lui fedeli.
Speravo di non vedere nuovi esempi di autocelebrazioni postume di questa portata, soprattutto nel mio Paese, ma evidentemente il seme della follia umana germoglia e cresce rigoglioso.
Per maggiori info su YouTube digitate "mausoleo Berlusconi" ed inorridite ...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mausoleo Berlusconi

permalink | inviato da riks66 il 21/7/2009 alle 10:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia aprile        agosto