.
Annunci online

Riks Il pensiero debole di uno qualunque
Il potere a tutti i costi
post pubblicato in diario, il 10 novembre 2009
Io vorrei sapere una cosa : ma cosa ci va per far si che il PDL la smetta di candidare personaggi quantomeno imbarazzanti nelle sue liste?
Il provvedimento cautelare della Magistratura ai danni di Nicola Cosentino non ha colto di sorpresa nessuno, neanche me che ho semplicemente il vizio di leggere i giornali.
Che Nicola Cosentino sia in odor di Camorra lo dicono un pò tutti da mesi. Da mesi infatti è in atto uno scontro tra ala AN ed ala FI all'interno del PDL sull'opportunità di portare avanti questa candidatura.
Adesso, di fronte ad un atto di questa gravità emesso dalla Magistratura cosa fa il nostro pluri-inquisito e quasi sempre prescritto Presidente del Consiglio? Gli comunica la sua solidarietà, lo esorta a tenere duro ed andare avanti. Nel nome della granitica determinazione che lui stesso ha più volte dimostrato, unita al disprezzo per le frange rosse della Magistratura, che ne ha fatto la guida affidabile ed indistruttibile che tutto il mondo ci invidia.
Nicola Cosentino ha un indubbio vantaggio rispetto ad altri candidati : porta in dote centinaia e centinaia di migliaia di voti sicuri al PDL in Campania.
E' anche sospettato di essere il tramite politico a cui la Camorra si è sempre rivolta per smaltire tonnellate e tonnellate di RIFIUTI TOSSICI nella sua terra. Questo non lo dico io, lo dice la Magistratura che avrebbe voglia di dimostrare queste accuse nelle aule giudiziali.
E' questo l'aspetto che disgusta maggiormente della politica attuale : il machiavellico "il fine giustifica i mezzi". Pur di vincere le elezioni, di consolidare il proprio piedistallo elettorale e poter ribattere con queste argomentazioni alla richiesta di trasparenza che dovrebbe essere il primo requisito di un uomo politico - l'onestà - si piazzano personaggi in odor di mafia dove servono.
Berlusconi ragiona dall'uomo di azienda spregiudicato che è sempre stato, ma qui non siamo a Mediaset e l'Italia non è il suo privato impero aziendale.
Gli Italiani se ne devono fare una ragione e l'opposizione deve essere "alternativa" soprattutto su questo aspetto.








Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Nicola Cosentino

permalink | inviato da riks66 il 10/11/2009 alle 17:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Gomorra e il potere
post pubblicato in diario, il 21 ottobre 2009
L'ultima novità è la candidatura a Presidente della regione Campania da parte del PDL di un simpatico personaggino che risponde al nome di Nicola Cosentino.



Nativo di Casal di Principe, ha avuto un grande successo nel riportare il PDL al vertice nella sua regione, è stato Sottosegretario di Stato all'Economia e alle Finanze del quarto Governo Berlusconi.
Nel settembre 2008 viene pubblicamente accusato di aver un ruolo di primo piano nel riciclaggio abusivo di rifiuti tossici da un noto boss della zona.

http://it.wikipedia.org/wiki/Nicola_Cosentino


Persino all'interno del PDL sono in molti a considerarlo quantomeno "impresentabile". Leggete pure gli articoli di oggi apparsi sul Corriere della Sera e sul Riformista.

http://www.corriere.it/politica/09_ottobre_21/cosentino_sottosegretario_fulvio_bufi_bf6799f4-be1a-11de-9bc2-00144f02aabc.shtml


http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/110977/

Ora si capisce meglio cosa intende Roberto Saviano quando dice che "verità e potere non coincidono mai".
Come successore di Bassolino non è davvero male ... dalla padella alla brace.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nicola cosentino

permalink | inviato da riks66 il 21/10/2009 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        dicembre